Trombosi retinica descrizione, sintomi e cure

La trombosi retinica si verifica quando il sangue non arriva correttamente alla retina a causa dell'occlusione di un vaso sanguigno. In base alla localizzaione ed alla dimensione del vaso sanguigno coinvolto i danni alla retina saranno più o meno gravi.

Trombosi retinica descrizione, sintomi e cure

Descrizione della trombosi retinica

La trombosi retinica è l'occlusione di un vaso sanguigno della retina causata da un trombo. La trombosi retinica può creare danni permanenti alla retina. Le occlusioni dei vasi sanguigni della retina si distinugono in venose o arteriose. Le occlusioni venose sono più frequenti di quelle arteriose.

Cause della trombosi retinica

La trombosi retinica si verifica con più frequenza in pazienti che:

  • hanno più di 50 anni
  • soffrono di patologie del sistema circolatorio
  • soffrono di ipertenzione arteriosa
  • soffrono di diabete
  • sono affetti da glaucoma

La occlusione retinica arteriosa può essere causata da un embolo, da aritmie cardiache o da una elevata pressione sanguigna dell'occhio. La trombosi retinica venosa si verifica a causa di un trombo che occlude parzialmente o totalmente una vena della retina.

Sintomi della trombosi retinica

L’occlusione retinica arteriosa può provocare un'immediata ed indolore perdita della vista pocihè l'occlusione di un'arteria retinica può provocare un'ischemia totale della retina con danni gravi ed irreversibili. L’occlusione retinica arteriosa può provocare offuscamenti della vista o perdita della vista che in alcuni casi durano solo alcuni secondi o minuti. Questi offuscamenti temporanei devono allarmare perchè sono sintomo di un alto richio di ischemia sia a livello retinico che cerebrale. Una oclusione venosa retinica può provocare una repentina perdita della vista in modo indolore, l'entità del danno varia a seconda che il vaso sanguigno sia stato occluso parzialmente o completamente.

Diagnosi della trombosi retinica

Per la diagnosi e lo studio di una trombosi retinica il medico oculista sottoporrà il paziente ad una fluorangiografia. La fluorangiografià permette di localizzare il danno e di verificarne se si tratta una occlusione ischemica o edematosa. La fluorangiografia viene utilizzata anche per monitorare l'evoluzione della trombosi retinica nel tempo e l'effetto delle terapie eseguite.

Trattamento della trombosi retinica

A seconda dei casi e della gravità della trombosi retinica si può intervenire con il laser per eliminare degli edemi o per fotocoagulare le aree ischemiche; inoltre si possono eseguire iniezioni intrevitreali di Anti-VEGF o di cortisonici. Nel caso di occlusione retinica arteriosa si interviene con farmaci che hanno la funzione di dissolvere l’embolo, purtroppo i danni permanenti causati alla retina restano invariati. La prevenzione resta la migliore soluzione per la trombosi retinica.

Prevenzione della trombosi retinica

La trombosi retinica va prevenuta curando quei fattori di rischo come ipertensione, diabete, glaucoma, problemi al sistema circolatorio. E' molto importante sottoporsi a controlli mirati almeno ogni 12 mesi specialmente se si appartiene a quelle fasce di persone a rischio, come persone sopra i 50 anni, persone che sofrrono di diabete, ipertensione, glaucoma, aterosclerosi, problemi del sistema circolatorio.

Compila il seguente modulo per richiedere un appuntamento o semplicemente per ricevere informazioni, ti contatteremo entro 24 ore (lavorative)

IOL - Istituto Oftlamologico Laser S.r.l. Società Tra professionisti. Direttore Sanitario Dr. Luigi Lodigiani Oculista Piacenza. Indirizzo: Viale Sant'Ambrogio, 19A Piacenza 29121. CF e Partita Iva 01722630330 - La grafica, le immagini ed i contenuti che non fanno riferimento diretto a IOL - Istituto Oftlamologico Laser S.r.l., sono coperti da copyright di proprietà della Yoo Multimedia o dei rispettivi autori, e sono concessi in licenza d'uso a IOL - Istituto Oftlamologico Laser S.r.l. Ogni riproduzione o utilizzo non autorizzato può essere perseguito secondo i termini di legge.